Episodes

5 episodes
  • Feb 18 2022
    1 Aprile 2001. Stadio delle Alpi. Pirlo cerca Baggio potrebbe essere l'inizio di una favola. In questo goal c'è tutto l'estro, la purezza e la genialità. del calcio italiano. Il lancio del centrocampista da solo meriterebbe il prezzo del biglietto ma quello che accade dopo, è celestiale
    Show more Show less
    3 mins
  • Jan 22 2022
    Il calcio qui ha una storia antica. Sulle spiagge di Algeri si giocava a pallone come a Rio. Intellettuali e popolo. Dietro il gesto tecnico sublime protagonista del nostro racconto c’è una storia lunga millenni in cui è possibile sentire il vento del deserto ma anche l’odore del sangue nelle strade dell’Algeria durante la guerra di liberazione. Quella di oggi è sì la storia di un goal bello ed importante per i tifosi del Porto ma lo è, probabilmente, ancor di più per tutto un popolo che vede in quel pallone che finisce in rete un feroce grido di libertà e d’indipendenza. Quella di oggi è la storia di Rabah Mustafa Madjer e del suo tacco di Allah. Nasce il 15 Dicembre 1958. Le sue origini sono simili a quelle di un più famoso Zinedine, infatti i suoi genitori vengono dalla Cabilia e parlano l’antico dialetto Berbero delle montagne del Djurdjura... Dal 27 maggio 1987 in poi, in ogni paese arabo il colpo di tacco si chiamerà e per tutti quel goal non è solamente opera terrena, ma anche divina e spirituale. Il 27 maggio 1987 è il giorno del tacco di Allah
    Show more Show less
    3 mins
  • Jan 14 2022
    Settembre 1996. La Juve è campione d’Europa in carica, La Nigeria ha da poco vinto l’oro olimpico ad Atlanta, Presidente del Consiglio è Romano Prodi. Eros Ramazzotti guidava le hit italiane con “Più bella Cosa” e gli Oasis quelle europee con “Don’t Look Back In Anger”. Al cinema è l’anno di Trainspotting. L’otto settembre, una data oltremodo storica per il nostro paese, un ragazzo di quasi trent’anni si prende la scena. E’ il ruggito di un Re. E’ la forza di un continente. E’ ritmo tribale e ancestrale. E’ la forza fisica. E’ l’incoscienza. E’ la follia che diventa realtà. E’ il riscatto. E’ uno dei goal più belli della nostra serie A. L’otto settembre 1996, giornata d’esordio del campionato, si gioca Milan-Verona. George Manneh Oppong Weah, pallone d’oro in carica e primo non europeo a vincere il prestigioso riconoscimento decide di imprimere la sua zampata nella storia del massimo campionato calcistico italiano.
    Show more Show less
    4 mins
  • Jan 14 2022
    Il 10 dicembre del 1994 si gioca Blackburn – Southampton. Il giorno più bello della sua carriera per definizione dello stesso fantasista. La palla è telecomondata all’incrocio dei pali. Sembra non dare forza al pallone eppure la sfera viaggia velocissima con quello strano effetto. Un cross. Un cucchiaio. Un tiro. Tre componenti per un risultato strabiliante. Il portiere sorpreso e chi non lo sarebbe, può solo cadere all’indietro. E’ il gol dell’anno per la BBC. Uno dei più belli di sempre in Premier League. "C’era una parte di me che voleva dare spettacolo, far apparire un sorriso sul volto della gente. E mettere spesso un pallone all’incrocio da 25 metri mi sembrava un buon modo per riuscirci."
    Show more Show less
    3 mins
  • Jan 14 2022
    Si inizia con la punizione più bella del mondo, quella che ha sfidato e battuto le leggi della fisica, quella calciata da Diego Armando Maradona contro la Juventus. Perché quelle poche frazioni di secondo che passano da quando il piede sinistro di Diego accarezza il pallone a quando la palla sfiora delicatamente l’incrocio dei pali squarciano il mondo reale. Sono un ponte nella dimensione magica, dove non esistono più le leggi che regolano l'Universo. Genio e magia.
    Show more Show less
    3 mins